Il 1° ottobre il palazzo comunale di Macerata si è illuminato di rosa. In occasione dei 25 anni della campagna internazionale contro il tumore al seno simboleggiata dal Nastro Rosa, Macerata ha affiancato l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro – Airc per sottolineare la necessità di intensificare lo sforzo collettivo a sostegno della ricerca per avvicinarsi giorno dopo giorno al traguardo del 100% di sopravvivenza.



Nella propria linea di azione Donna e salute, il Consiglio delle donne di Macerata e la presidenza del Consiglio comunale hanno aderito all’iniziativa, promossa da AIRC in collaborazione con Anci, di sostenere la campagna di sensibilizzazione che ha illuminato di rosa molti dei monumenti più noti e rappresentativi in Italia e nel mondo, per accendere i riflettori su un tema di così grande impatto.

aircL’intenzione è accendere le luci sull’importanza della prevenzione, attraverso i corretti stili di vita e la diagnosi precoce, e della ricerca per rendere il cancro al seno sempre più curabile.

Con il patrocinio del Comune di Macerata e la disponibilità della iGuzzini quale sponsor tecnico, l’illuminazione del palazzo comunale, al centro della piazza principale della città,  ha voluto rappresentare una delle tante forme di sollecito all’attenzione per l’opinione pubblica.

A Macerata la campagna proseguirà attraverso la distribuzione delle spillette AIRC con il simbolo del Nastro Rosa, create per richiamare l’attenzione delle donne sull’importanza fondamentale della prevenzione e per raccogliere nuovi fondi da destinare ai migliori progetti di ricerca sul tumore al seno. A fronte di una donazione minima di due euro ciascuna, sono disponibili presso numerosi punti di distribuzione, tra cui le farmacie, grazie alla disponibilità dell’APM, e presso gli uffici provinciali CNA-Comitato Impresa donna e di CGIL-Forum donne.



Quello del tumore al seno è un tema che riguarda tutti, dal momento che 1 donna su 8 viene colpita nell’arco della vita e che nel 2017 50.000 donne riceveranno una diagnosi di tumore della mammella. I progressi raggiunti dalla ricerca oncologica, che hanno portato all’87% la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi, permettono oggi a molte donne di sopravvivere al tumore al seno. Sono molte donne, ma purtroppo non tutte. La Campagna Nastro Rosa è dedicata a loro, per raggiungere il 100% di sopravvivenza. (Dati AIOM, AIRTUM 2017)

Tutte le informazioni sul servizio di Screening oncologico presso l’Asur-Area vasta n. 3 su: http://www.asl9.marche.it/Screening/ .

Redazione – la Scansione.net

Nella foto: il palazzo comunale in piazza della Libertà illuminato di rosa

CONDIVIDI