Piazza a 5 Stelle sotto l’ ombrello

720

di Chicca Sciarresi. ‘Meeting in the rain’ è il caso di dire! Un comizio sotto la pioggia. A costo di stare sotto l’ ombrello, i grillini hanno riempito la piazza del Popolo di Fermo. Un sabato sera all’insegna della ricerca di una speranza che tutti noi auspichiamo e che riponiamo su questo o quel movimento politico per stroncare una volta per tutte il sistema di corruzione che dilaga senza sosta, anche nei piccoli centri.

Ne verremo fuori? Per quanto mi riguarda il mio ottimismo non è ancora rientrato dalle  ferie! Occorrerebbe, secondo me che qualcuno rivoltasse l’intero Paese come un calzino e rieducasse il popolo, ripristinando il senso della giustizia , della legalità mettendo sotto chiave ogni depenalizzazione sui reati di qualunque genere . Certo che l’esempio che abbiamo non è esattamente una stesura di biancheria pulita! Ecco perché tutti si buttano allo sbaraglio per tentare la sorte, certi di farla franca come succede a molti dei cosiddetti ”poteri forti”.

Cari lettori, vi ricordo quello che sosteneva il Presidente del Burkina Faso Thomas Sankara: “Chi non si ribella e non lotta per cambiare la sua condizione, merita il suo status”. L’Onorevole Alessandro Di Battista non sembrerebbe così lontano da questi concetti, anche se la moderazione e la prudenza nel riporre totale fiducia, è in ogni caso dovuta.

La domanda è: i candidati locali, hanno la stessa intelligenza, preparazione, integrità e disponibilità di coloro che li presentano? Riassumo ciò che emerso dalla mia intervista e dal comizio di Di Battista:” Nella Regione Marche alcuni sono sotto inchiesta per peculato e cosa vuol dire peculato? Significa l’utilizzo di risorse pubbliche  per scopi personali, appropriazione di denaro pubblico, prendere cioè soldi nostri e utilizzarli per scopi privati e lo hanno fatto ovunque.

Pensate che in Emilia Romagna ‘una’ del Pd con i soldi pubblici sembra che si sia comprata un vibratore e non è uno scherzo anche se ridete! Questo significa ‘godere’ dei privilegi! Farà ridere questa cosa però è vera! Per le persone oneste, candidarsi non è un diritto, è un dovere come è un dovere metterci la faccia e Magi è una bella persona. Ho detto con  orgoglio di far parte di un movimento che non è sceso a patti con il “malaffare”, un movimento che tutt’oggi rifiuta ogni forma di privilegio, che porta avanti delle battaglie sane come il reddito di cittadinanza, come la lotta seria contro Equitalia  che ci sta strozzando, perché la riscossione delle tasse è diventata un’impresa un business per delle società per azioni e questo è intollerabile. Sono le nostre idee che noi stiamo portando avanti contro tutto e tutti.

Riflettete sul fatto che se tutti questi esponenti di partiti  hanno come slogan “per cambiare, dobbiamo cambiare l’importanza di cambiare…,” ma hanno sempre governato loro e probabilmente, non hanno governato bene se loro stessi dicono, ”votami così si cambia”! Noi non abbiamo mai governato anche se siamo al Governo, siamo all’opposizione nelle Regioni, siamo all’opposizione al Parlamento della Repubblica e in alcuni comuni.

Vi faccio un esempio, Pomezia aveva un bilancio in passivo lasciato dal PD e dalle loro ruberie, in un anno hanno risanato il bilancio e hanno due milioni di euro da spendere per i loro cittadini e quando abbiamo chiesto loro: “come avete fatto?” ci hanno risposto: semplice, non abbiamo rubato! Capite che la corruzione costa miliardi e miliardi di euro? Si parla di 60, 70, 100 miliardi e il reddito di cittadinanza costa 18 miliardi; ogni giorno c’è un’inchiesta e, quando apriamo il giornale, c’è sempre una mazzetta e sono gli stessi che hanno rubato durante tangentopoli e che oggi si beccano i vitalizi che gli paghiamo noi. Il governo è schiavo delle multinazionali.

Cosa volete ancora di prova per smettere di votare questa gente? Ci facciamo sbattere fuori dalla Camera per tutelare la Costituzione, saliamo sui tetti per difendere i soldi dei cittadini,becchiamo multe su multe, non c’è un inquisito fra noi, vi chiediamo di metterci alla prova. Siamo cittadini che subiamo i soprusi di una classe politica che ci ha ‘ammazzato’ svendendoci all’estero, che non prende ordini in Parlamento ma li prende a Washington a Bruxelles  e a Francoforte, che si fa scrivere le riforme del lavoro dalla Merkel. E’ intollerabile! Un po’ di sovranità! Il movimento nasce per rompere le barriere fra istituzione e cittadini. Corrompere significa rompere in tanti pezzi; la corruzione ha distrutto tutto. E’ pieno di persone a 5 Stelle ma ancora non lo sanno”.

D. Onorevole, ho preso un impegno verso i lavoratori stagionali e anche a lei chiedo cosa avete intenzione di fare riguardo alla nuova NASPI.

R. E’ una situazione nebulosa di cui conosco poco i dettagli, ma pensiamo che sia una manovra costruita per creare facili licenziamenti e la nostra risposta è il reddito di cittadinanza. In ogni caso tutti gli ammortizzatori sociali devono essere riformati . Monetizzare un diritto costituzionale perché fino a prova contraria la Repubblica è fondata sul diritto del lavoro. In questi giochi delle 3 carte, legati anche alla riforma delle pensioni e alla bocciatura della Legge Fornero, sembra che abbiano attinto risorse anche da quei fondi destinati alla modifica dei nuovi ammortizzatori voluti dalla legge delega quindi la Job tax.

D. Un’altra domanda Onorevole,

R. Spero che sia un po’ più facile della prima!

D. Il tema non lo è! Mi riferisco alla violenza sulle donne, al femminicidio, alla mattanza inaudita e inaccettabile che continua a dilagare. Qual è la vostra posizione in merito?

R. Le nostre battaglie in Parlamento per la certezza della pena sono legate ad alcuni esempi di persone che non pagano. Abbiamo notato che per salvare alcuni corrotti e delinquenti, sono state approvate delle leggi che permettono a tante persone, provviste di buoni avvocati di non finire in galera e di avere qualsiasi tipo di vantaggio. Anche la prescrizione è un dramma perché, se appunto hai fior di  avvocati, rischi di far finire un processo nel nulla. Lo stupro è un reato drammatico che va perseguito e chi lo commette deve andare in galera .

D. Rispetto al sistema processuale, come vi ponete?

R. Rispetto ai processi la nostra posizione è che la prescrizione debba essere totalmente modificata. La legge che abbiamo presentato, la prima firma Colletti se non sbaglio è che la prescrizione non parte se c’è rinvio a giudizio, di modo che ogni imputato sa che arriverà a sentenza; se è colpevole cercherà anche il rito abbreviato perché sa che lo beccheranno essendo reo e non cercherà in ogni modo di sfangarla, se è innocente si difenderà; se fai capire all’imputato che comunque si arriverà a sentenza, il suo obiettivo sarà quello di finire il processo il prima possibile per non pagare fior di quattrini agli avvocati.

D. Naturalmente questo riguarda tutti i tipi di reato compreso lo stupro?

R. Certo! Tutti i tipi di reato. Il problema della certezza della pena riguarda tutti i tipi di reato. La ringrazio e le sue domande sono le più complesse che mi siano state fatte. – Grazie a lei per la sua disponibilità.-

Cari lettori, vi sto fornendo da qualche tempo elementi per valutare confrontare e scegliere, riportando con esattezza quello che i politici dicono in questa ‘suggestiva’ campagna elettorale.

Vi ricordo solo che il 31 di maggio si può e si deve andare a votare, perchè è un diritto prezioso  e un dovere al quale non dobbiamo esimerci. Amici lettori de La Scansione.net, vi lascio citando una canzone di Ivano  Fossati:”Alzati che si sta alzando la canzone popolare, se c’è qualcosa da capire ancora, ce lo dirà, se c’è qualcosa da chiarire ancora, ce lo dirà !”.

Chicca Sciarresi

CONDIVIDI