La manifestazione antirazzista e antifascista di Macerata, organizzata dopo i fatti criminali dei giorni scorsi (dalla morte della 19enne Pamela al raid vendicativo di Luca Traini che ha sparato a 6 nigeriani ferendoli), può finora contare su circa cinquantamila partecipanti, informa Askanews.



Mentre sono qualche decina i pullman in arrivo da tutta Italia.

Tra bandiere dell’Anpi, di Libera, dell’Arci, della Fiom, di Emergency e di formazioni politiche come Potere al Popolo e Rifondazione Comunista, la manifestazione è ai Giardini Diaz.

Con una ordinanza a firma del sindaco è stato disposto per la giornata di oggi, sabato 10 febbraio, il divieto temporaneo di vendita per asporto, di somministrazione e di detenzione di qualsiasi bevanda contenuta in bottiglie o contenitori di vetro, in lattine e contenitori di alluminio.

Il provvedimento, è in vigore dalle ore 13 di oggi, e vieta la somministrazione di bevande in bicchieri e contenitori di vetro e la vendita per asporto di qualsiasi bevanda contenuta in bottiglie o contenitori di vetro o di alluminio.

E’ rivolto a tutti gli esercizi e le attività di commercio e di somministrazione su area privata e pubblica che a qualsiasi titolo possono vendere e somministrare bevande nel Centro storico della città, negli spazi limitrofi al percorso del corteo, in viale don Bosco, corso Cavour, corso Cairoli e via adiacenti.



Allo stesso modo è vietata a tutti coloro che parteciperanno alla manifestazione la detenzione di qualsiasi bevanda contenuta in lattine, bottiglie o altre tipologie di contenitori di alluminio e vetro.

Immagini: Facebook (L. M.) – Askanews

Redazione – La Scansione.net

CONDIVIDI