A fine settembre, l’Assemblea dei Comuni soci del Cosmari ha nominato ufficialmente i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione e quindi ha provveduto alla designazione del nuovo Presidente e del Vice Presidente. Per tre membri del CdA uscente si è trattato della riconferma  per un ulteriore mandato.



La scelta è dunque caduta sul Presidente, Marco Graziano Ciurlanti, la Vicepresidente, Rosalia Calcagnini, ed il rappresentante del Comune di Cingoli sede della discarica attualmente attiva, Armando Vitali. Entrano a far parte del consiglio di Amministrazione di Cosmari: Valeria Attili, per il centro sinistra, ed Alfredo Perugini, per il centro destra.

In apertura della conferenza stampa il presidente Ciurlanti ha affermato: “Vale la pena sottolineare che si è trattato di una riconferma piena del CdA uscente a cui tutti i Sindaci dei Comuni soci hanno riconosciuto la bontà del lavoro svolto in questi anni.

Le due sostituzioni vedono avvicendarsi ottimi professionisti e amministratori che hanno dato e sapranno dare un contributo costruttivo ed importante all’azienda, grazie alla loro professionalità e preparazione.

E’ nostra intenzione continuare a porre la massima attenzione nell’amministrare la società e soprattutto continueremo nella nostra politica rigorosa quanto funzionale sia della gestione economica che dei servizi, tra l’altro adottata con risultati positivi in questi ultimi tre anni.

Non a caso siamo riusciti a sistemare la situazione finanziaria, prevedendo nuovi investimenti, nuovi impianti e soprattutto numerose assunzioni. Con impegno costante e conseguente successo siamo riusciti, anno dopo anno, a consolidare i valori di bilancio fino ad avere un importante utile, senza aumentare le tariffe dei servizi ma ampliando la nostra offerta.

Abbiamo affrontato le problematiche derivanti dall’incendio dell’impianto di selezione con decisione e trasparenza, ed a breve verrà realizzato il nuovo impianto. Siamo riusciti ad accogliere presso la nostra sede anche il primo sito di deposito delle macerie, all’indomani del sisma, ed oggi le operazioni si svolgono nel nuovo impianto che è stato realizzato in tempi record con il contributo della Regione Marche.

Rispondendo concretamente ad un’esigenza del territorio, l’Azienda è riuscita in poco più di un anno, a trattare tutte le macerie conferite dai Comuni del cratere, a seguito del sisma del 2016. Un ruolo, quello svolto nel trattamento delle macerie, che viene giustamente evidenziato a più livelli e che, ancora una volta, ha dimostrato l’alta professionalità delle maestranze Cosmari ed un consolidato know how aziendale”.

Nell’intervento inoltre ha sottolineato l’ottimo livello raggiunto dal Cosmari: “Inoltre è nostra intenzione dare seguito alle linee guida indicate dai Sindaci nel corso dell’Assemblea, per adeguare la struttura aziendale alla crescita finora raggiunta, con  l’obiettivo  di  consolidare  ulteriormente i risultati.

componentiInfine, sarà fondamentale e decisivo il passaggio inerente la figura del Direttore Generale che oggi rappresenta l’elemento centrale dell’Azienda  ed il massimo livello di professionalità nel   settore, contribuendo in maniera determinante alla crescita ed allo sviluppo oggi raggiunto da Cosmari, esempio positivo di azienda pubblica dai costanti risultati, come sottolineato dalla Comunità Europea lo scorso anno”.

Ed ha espresso il grande lavoro svolto durante il terremoto nella gestione delle macerie: “Più volte si è rimarcato il ruolo che Cosmari ha svolto e continua a portare avanti nella gestione delle macerie del terremoto. In poco tempo si è riusciti ad attuare il contratto di servizio con la Regione Marche, ottemperando a quelle richieste necessarie per riportare un barlume di normalità anche nei Comuni gravemente colpiti dal sisma.

Particolare attenzione sarà rivolta a tutti i Comuni colpiti dal sisma attraverso l’elaborazione di una proposta all’Assemblea che abbia una ricaduta sul territorio del cratere. Sarà, altresì, necessario procedere alla ricerca di un nuovo  sito di discarica ed al miglioramento della qualità della selezione per giungere al meglio alla tariffa puntuale”.

Ed una parola sul recupero della chiesa di santa Maria della Cona: “L’Assemblea ha anche approvato un ordine del giorno per favorire il recupero di Santa Maria della Cona, piccola chiesa sita nel territorio di Castelsantangelo sul Nera. L’intento è quello di sostenere la ricostruzione e il restauro di questo luogo simbolo del patrimonio culturale del territorio.



I Sindaci hanno auspicato che questo possa essere il primo di una serie d’interventi su altri importanti monumenti che ricoprono particolare interesse per l’intera Comunità provinciale”. Il nuovo CdA e il suo Presidente sono stati eletti all’unanimità degli aventi diritto al voto e cioè di tutti i Sindaci presenti, mantenendo inalterati i compensi.

Infine, nei diversi interventi è stato rimarcato il grande lavoro svolto congiuntamente da tutti i sindaci, con grande senso di responsabilità, per giungere ad una proposta condivisa, superando sterili logiche partitiche ed assicurando una visione globale del Cosmari.

Simone Baroncia

CONDIVIDI