Il 26 luglio la prima giornata di OpenDay. Il 1° agosto si aprono le iscrizioni.
Giovedì prossimo – 26 luglio – le porte dell’Università di Macerata si apriranno per accogliere le aspiranti matricole e le famiglie che le accompagneranno.



E l’Ateneo proverà a raccontare i suoi Infiniti Mondi: le tante opportunità offerte ai giovani diplomati e neo laureati con i suoi undici corsi di laurea triennali, i quindici corsi di laurea magistrale, i due corsi di laurea a ciclo unico; i tre corsi di laurea magistrali impartiti in lingua inglese e gli otto corsi di laurea a titolo doppio o multiplo, che fanno di Macerata un campus internazionale dentro la città.

Si potranno visitare le sedi e la biblioteca centrale. Operatori dell’orientamento e dell’InfoPoint, tutor e docenti saranno a disposizione già dal mattino alle 9:30 per illustrare l’offerta formativa 2018/2019 e i servizi di cui gli studenti possono usufruire.

Ci sarà spazio per capire le procedure da seguire per accedere ai benefici – borse di studio, alloggi, mensa – dell’Erdis, exErsu, e alle varie agevolazioni previste dai meccanismi di contribuzione studentesca.

Novità di quest’anno: la possibilità di iscriversi pagando solamente la tassa regionale e l’imposta di bollo. Con il versamento di 156 euro si diventa studenti UniMc. I restanti contributi – se dovuti – saranno spalmati su ulteriori tre rate. Anche questo rientra in una politica di attenzione e cura degli studenti che contraddistingue l’ateneo.

aspiranti matricoleI genitori avranno due momenti dedicati e la possibilità di conoscere le peculiarità dell’Università di Macerata e del suo progetto culturale di Umanesimo che innova. Per informazioni sul programma dettagliato: www.unimc.it/openday

“Nel momento in cui si aprono le iscrizioni – dice Il Rettore Francesco Adornato –  la sfida è riuscire a coinvolgere i giovani e le famiglie.

L’ingaggio deve avvenire su un piano alto: in primo luogo, su ciò che gli stessi giovani vogliono essere; e, solo dopo, su ciò che aspirano a fare. Senza dubbio, un’università a vocazione umanistica come Macerata può aiutarli a soddisfare la loro ricerca di senso e di significati, con la ricchezza delle sue proposte e dei suoi percorsi formativi.

La storia plurisecolare che abbiamo alle spalle, unita alla fiducia che più di dodicimila studenti hanno voluto accordarci – conclude il Rettore – ci conforta e ci impegna fortemente nel nostro compito di formazione delle giovani generazioni.”



Il 1° agosto sarà online anche la nuova versione del portale unimc.it.: un ulteriore supporto alla comprensione di cosa oggi è l’Università di Macerata: un ateneo d’eccellenza e di qualità, inclusivo, sostenibile.

l.d.

CONDIVIDI