Due nuovi progetti Erasmus Plus sono stati approvati ed hanno avuto inizio nell’Istituto Comprensivo B. Gigli di Recanati, che ha ottenuto le sovvenzioni per la loro realizzazione da parte dell’Agenzia Nazionale LLP Italia.

La scuola da parecchi anni si occupa della progettazione europea grazie al costante ed assiduo impegno della prof. Rosalba Modafferi che ne è la coordinatrice.



Molti sono i paesi europei che docenti ed alunni hanno avuto modo di visitare nel corso degli anni ed altri lo saranno in futuro. Due nuovi progetti sono infatti stati approvati ed hanno avuto inizio.

Il primo, dal titolo “Historicalbordes in Europe: ancientlimits, new opportunities” coordinato dalla scuola spagnola IES Francisco de losCobos”, vede come partner, oltre al nostro Istituto, la “ZákladníškolaKolín V., Mnichovická 62 della Repubblica Ceca, la “ZespolSzkol w Pobiedziskach” della Polonia e la “Agrupamento de Escolas de Mogadouro” del Portogallo.

erasmus plusTre docenti dell’Istituto, Cavarape Leonardo, Modafferi Rosalba e Ave Pigini, si sono recati a Verzej, Slovenia, dal 22 al 26 Ottobre per partecipare al primo meeting.

Il progetto durerà 2 anni e, durante l’incontro progettuale, si sono stabilite le date delle prossime mobilità, previste in Portogallo, Polonia, Repubblica Ceca e Spagna, alle quali parteciperanno studenti e docenti di ogni nazione.

Il punto di partenza di questo progetto Erasmus Plus è portare l’Unione Europea (UE) più vicina ai nostri studenti e di conseguenza è stato scelto, come tema comune, lo studio del concetto di “frontiera” e delle relazioni transnazionali tra i Paesi.

Analizzando in modo globale le relazioni tra i diversi Paesi dell’Unione europea e cercando di capire come le difficoltà create dalle frontiere nazionali antiche siano state superate quando sono state sostituite da un sentimento di appartenenza all’UE, è un buon modo per portare i giovani adolescenti europei più vicini alla creazione dell’UE come un’identità sovranazionale.



Sono previste numerose attività prima, durante e dopo ogni incontro (laboratori, visite, giochi, presentazioni  digitali dei paesi partecipanti, creazione  di un logo e di un dizionario multilingue, scambio di e- mails, approfondimenti storico-culturali e molto altro)finalizzati ad approfondire la conoscenza di tutti i paesi partecipanti nei vari aspetti: storici, culturali e sociali econ particolare attenzione all’evoluzione e ai cambiamenti dei propri confini.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI