Il Premio Ravera, lo spettacolo in omaggio a Gianni Ravera, un marchigiano, che diventa uno dei nomi più famosi del music establishment italiano, un appuntamento atteso e già prestigioso nel panorama nazionale, che in attesa del Gran Galà di Settembre, apre le porte ad nuova grande edizione, con lo spettacolo: ‘#PrimoAppuntamento Una canzone è per sempre’, domenica 29 Luglio alle ore 21,15 al Castello della Rancia di Tolentino.



Protagonista la grande musica grazie alla partecipazione di importanti artisti e personaggi del mondo dello spettacolo italiano, tra gli ospiti: Enzo Gragnaniello, che è una delle voci più belle di Napoli. Personaggio schietto e sincero, il timbro della sua voce è inconfondibile. I suoi brani capolavori assoluti della canzone d’autore italiana.

Importanti le sue collaborazioni con artisti come Mia Martini e Roberto Murolo per cui nasce una delle canzoni più amate: ‘Cu’mme’. Per Mimì scrive altri meravigliosi brani come ‘Donna’. Al Festival di Sanremo è in duetto con Ornella Vanoni, con ‘Alberi’, brano di grande successo, essendo tre volte vincitore del Premio Tenco.

premio raveraLe grandissime abilità di cantautore consentono a Gragnaniello di scrivere canzoni molto belle e profonde per altri importantissimi artisti italiani, quale Adriano Celentano e Andrea Bocelli, e la collaborazione con Dario Fo. Nell’album ‘Misteriosamente’, spazio a diversi duetti, in particolare quelli con Raiz e Nino Buonocore.

E poi Dario Salvatori, straordinario narratore è ‘l’enciclopedia’ della storia della musica, conduttore radiofonico di Radio2 e di tanti programmi televisivi, nonché responsabile artistico del Patrimonio Sonoro della Rai, tra critici musicali più accreditati.

Inoltre il Castello della Rancia accoglie il pubblico anche sabato 28 luglio dalle ore 21 con ‘#NuoviTalenti in scena!’ con i giovani artisti provenienti da tutta Italia, che propongono la loro musica.



Per riconoscere, premiare e supportare il talento, seguendo la strada tracciata da Ravera, che con intuito eccezionale ha lanciato grandi artisti. I ragazzi inoltre avranno la possibilità di incontrare e farsi ascoltare da ‘pilastri’ della musica, radio e discografia, tra cui Tony Vandoni, direttore artistico di Radio Italia.

Simone Baroncia

CONDIVIDI