Si riapre il sipario sulla stagione concertistica di Camerino, la rassegna organizzata dalla Gioventù Musicale di Camerino con il supporto dell’Associazione Culturale Musicamdo.

Domenica 20 gennaio, infatti, alle ore 17.30 presso l’aula magna del polo scolastico provinciale (in via Madonna delle Carceri a Camerino), riprenderanno gli appuntamenti della 49^ edizione.



A salire sul palco per l’occasione, il violoncellista giapponese Haruma Sato, vincitore nel 2018 del 1° Premio al prestigioso Concorso Internazionale Lutoslawski di Varsavia.

Nonostante la giovane età, Haruma si è già esibito come solista con la Tokyo Philharmonic Orchestra e la Japan Central Symphony Orchestra ed è molto presente nei maggiori festival europei, soprattutto in Germania.

Dopo essersi diplomato al liceo musicale dell’Università di Tokyo, Haruma Sato ha studiato all’Università delle Arti di Berlino ed è attualmente sostenuto con borse di studio dalla Rohm Music Foundation e dalla Geidai Foundation.

Il violoncellista sarà accompagnato al pianoforte da Naoko Sonoda, nota al pubblico camerte per aver suonato a Camerino con la violoncellista Sosnowska nel marzo 2017, nel primo concerto post-terremoto.

È vincitrice di numerosi concorsi internazionali ed è una musicista completa, attiva in Europa e in Asia sia come solista che camerista. Nel 2018 ha infatti debuttato come pianista accompagnatore alla Carnegie Hall di New York ed ha tenuto recital come solista a Barcellona, Parigi e Tokyo.

Nella prima parte del programma verranno eseguiti due capolavori della letteratura romantica: l’Adagio e Allegro op. 70 di Robert Schumann e la Sonata op. 69 n. 3 di Beethoven. Nella seconda parte la Sonata n.1 per violoncello e pianoforte del russo Alfred Schnittke e infine un omaggio al genio di Pesaro: le Variazioni su un tema di Rossini del compositore ceco Bohuslav Martinů.



Per informazioni si possono consultare i siti delle due associazioni: www.gmicamerino.it; www.musicamdo.it. Ingresso libero per gli studenti delle scuole medie e superiori.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI