Finisce a reti bianche il derby tra Jesina e Recanatese, un incontro che potrebbe essere considerato una classica del girone F. Epilogo sicuramente equo dopo una gara tutt’altro che spettacolare, anche a causa del terreno di gioco reso pesante dalle abbondanti precipitazioni nelle ore antecedenti la partita.



Per i giallorossi un deciso passo in avanti dopo la brutta sconfitta subita nel match di esordio. La formazione di mister Potenza (oggi squalificato e per questo sostituito in panchina dai suoi collaboratori Cursio e Radatti) tiene bene il campo ed a differenza di quanto visto nelle partite di Coppa e della prima in campionato, si è vista maggior continuità nell’arco dell’intera gara ed un atteggiamento più combattivo.

Segno di una tenuta fisica in miglioramento e di meccanismi di gioco che cominciano a funzionare.

Andando alle formazioni il mister dei leoncelli Gianangeli conferma lo stesso schieramento di sette giorni fa ad Avezzano con l’unica variante rappresentata dall’ex Monticelli e Fermana Salvatore Margarita, Pierandrei va in panchina.

Nella Recanatese, rispetto al match di esordio con la Vis Pesaro, partono dal primo minuto De Luca e Braidich, restano in panca l’ex Peppe Negro e Senigagliesi.

Quest’ultimo in settimana è rimasto coinvolto in un incidente stradale per fortuna senza gravi conseguenze.

Andiamo alla cronaca. La Jesina forte, al 3’ Rinaldi perde palla e ne approfitta Cameruccio che mette in mezzo per Trudo la cui conclusione dal limite termina alta. Al 7’ Lupo lancia per Palumbo, stop e girata di destro da fuori area ma la palla termina al lato. Al 12’ De Luca tenta una conclusione su calcio piazzato da distanza siderale, il tiro é poco più di un passaggio a Tavoni. Al 14’ una leggerezza dello stesso De Luca innesca il contropiede della Jesina con Cameruccio, assist a Margarita che entra in area e di sinistro si prepara a calciare ma un intervento in scivolata di Basso manda il pallone in corner.

Davvero provvidenziale il salvataggio di Basso che equivale ad un gol. Al 16’ lo stesso Margarita ci riprova, questa volta una conclusione da fuori area ma il suo collo pieno si spegne al lato. Al 21’ Colonna serve in profondità Di Maio, traversone basso che Gremizzi intercetta allontanando il pallone dalla sua area di rigore. Al 25’ Jesina ancora pericolosa con Magnanelli che ci prova dalla distanza, conclusione che viene deviata da un giocatore nella Recanatese,Maraglino è reattivo e smanaccia il pallone salvando la sua porta. Al 32’ Di Maio da fondo campo mette in mezzo un pallone velenoso che Monachesi non riesce ad intercettare.

Allo scadere del primo tempo Di Maio si invola sulla destra mette in mezzo un pallone invitante per Braidich che ben appostato dentro l’area di rigore colpisce male e la sfera termina direttamente a fondo campo. I maggiori pericoli creati dalla Recanatese provengono dalla fascia destra dove Di Maio ha messo in mezzo palloni insidiosi che non sono stati concretizzati dai suoi compagni di squadra.

reti La Jesina dal canto suo si è rese pericolosa con Margarita ma Basso ha chiuso bene, poi Maraglino ha respinto una conclusione di Magnanelli tutt’altro che facile dato che il pallone era carambolato sulla schiena si un giocatore della Recanatese.

Dopo il riposo le squadre si presentano in campo con gli stessi 11 effettivi che hanno disputato la prima frazione. Parte forte la Jesina con Trudo che guadagna un calcio di punizione all’altezza della trequarti campo; sugli sviluppi dello stesso calcio piazzato l’attaccante della Jesina riceve palla al limite dell’area appoggia Cameruccio la cui conclusione dal limite dell’area viene deviata in corner da Di Maio.

Dopo 30 secondi la risposta della Recanatese con Monachesi che dalla sinistra mette in mezzo un pallone per Palumbo che si colpisce di esterno destro ma difensore della Jesina ribatte la sua conclusione. Al 7’ iniziativa solitaria di Cameruccio che si invola sulla sinistra il suo traversone basso da fondo campo viene intercettato da Maraglino. Al 10’ tentativo di Palumbo sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo, la conclusione del centravanti della Recanatese viene deviato da un difensore locale.

Nel corner successivo colpisce di testa Cipolletta mandando direttamente al lato. Al 12’ Gianangeli effettua la prima sostituzione togliendo Giorni per Calcina, tre minuti più tardi entra D’Alessio per Margarita. Al 19’ la Jesina che va vicinissima al gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Parasecoli che colpisce al volo mandando di poco alto sopra la traversa.



La Recanatese da qualche minuto sta subendo le iniziative dei padroni di casa. I giallorossi sono in affanno, al 22’ appoggio troppo forte di Colonna per Maraglino che deve allungarsi in scivolata per allontanare il pallone e spingerlo in fallo laterale. Al 33’ la Recanatese effettua la prima sostituzione mettendo in campo l’ex Negro per Palumbo. La partita scivola via non regalando particolari emozioni e dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara decide che può bastare.

Jesina – Recanatese 0 – 0

Jesina: Tavoni, Silvestri, Anconetani(18’st Giovannini), Carotti, Giorni(12’st Calcina), Gremizzi,Cameruccio,Magnanelli(46’st Sassaroli),Trudo(35’st Pierandrei), Margarita(15’st D’Alessio),Parasecoli. Giocatori a disposizione: Bolletta Serantoni, Zannini, El Harrati. Allenatore: Franco Gianangeli

Recanatese: Maraglino, Di Maio, Rinaldi, De Luca(43’st Arnone), Cipolletta, Colonna, Basso, Lupo, Palumbo(33’st Negro), Monachesi(43’st Fraternali), Braidich. Giocatori a disposizione: Piangerelli, Mulè, Perini, Tanoni, Senigagliesi, Papa. Allenatore:Antonio Cursio (Alessandro Potenza squalificato)

Arbitro ed Assistenti :Stefano Belfiore (Parma); Francesco Pio Aucello (Roma2), Emanuele Musumeci (Ciampino)

Marcatori:

Ammonizioni:Di Maio, Rinaldi, Colonna, Calcina

Espulsioni:

Corner:5-5

Minuti di recupero: 1’; 5’

Paolo Catena

CONDIVIDI