Moie. Fortunati i numerosi spettatori che hanno assistito all’incontro tra la Canovi Sassuolo e l’Ecoenergy04 Moie per la 22° giornata del campionato nazionale di serie B1 femminile.

Le due squadre hanno disputato una splendida partita mettendo in vetrina ottime trame di gioco e squisite qualità individuali: insomma tre set spettacolari e incerti fino al termine.

La squadra emiliana doveva mantenere a -2 il distacco dalle bolognesi di San Lazzaro in vista dello scontro diretto che porterà i vincitori in serie A.



Le moiarole, ormai tranquille a centro classifica e quindi senza il patema della vittoria a tutti i costi, dovevano solo mostrare ancora una volta quanto di buono hanno espresso durante tutto il campionato.

Ha vinto, come da pronostico, la squadra che può permettersi di avere tra le proprie fila giocatrici di valore assoluto, ma le avversarie biancorosse non si sono fatte intimorire ed hanno costretto Aguero & c. a tirare fuori tutto il meglio del proprio repertorio per aggiudicarsi i tre punti in palio.

Parte forte Moie, cercando di sorprendere le titolate avversarie nei pochi punti deboli dei loro schemi di gioco: 1-3, 3-6 poi 5-8. Basta poco però alle nero verdi per ottenere il pareggio con un muro di Aguero su Martina Spicocchi: 8-8. Le due formazioni non si risparmiano ed è puro spettacolo, con Moie che riesce a mantenere l’altissimo ritmo imposto dalle avversarie: 11-12.

Dopo un inedito fallo in palleggio di Aguero, capitan Roani prova l’allungo per le moiarole(15-18), costringendo Barbolini al primo time-out della partita. Due muri consecutivi della coppia Squarcini – Obossa ed è di nuovo parità (18-18), ma le biancorosse ospiti non sono ancora dome e tornano a + 2 con Sofia Cerini e Manuela Roani: 18-20.

numerosi spettatoriSassuolo deve impegnarsi al massimo per controbattere la volontà delle ospiti di arrivare fino in fondo e con un muro di Crisanti e un mani-fuori di Gjoni operano l’allungo decisivo: 23-21. L’Ecoenergy04 non riesce più a mettere palloni a terra nel campo avversario e Obossa chiude il set con un ace ed un attacco da seconda linea che buca il muro ospite: 25-21 e 1-0.

Biancorosse combattive anche all’inizio del secondo set con Manuela Roani e Giulia Pistocchi: 1-4. Ma grazie al servizio insidioso di Obossa e a qualche errore avversario le emiliane incasellano una serie positiva che le porta a ribaltare la situazione: 8-4.

Superato il momento negativo, Roani & c. ricominciano a rispondere colpo su colpo alle rivali e cercano il riaggancio: 12-11.

Si combatte su ogni pallone con attacchi potenti e difese altrettanto precise che costruiscono trame di gioco lunghe, incerte, appassionati, tra gli incitamenti e gli applausi convinti dei tifosi di entrambe le squadre. Tai Aguero, dopo aver subito un muro da parte di Giulia Pistocchi, la fulmina con una lunga occhiataccia e poi restituisce subito dopo la pariglia, alzando le braccia al cielo verso il pubblico in segno di gioia.

A questi livelli la pallavolo è veramente un gioco spettacolare, anche perché le ragazze di Pippi Lombardi non svolgono affatto il ruolo di sparring partner, ma partecipano attivamente a rendere estremamente incerta ogni giocata: 17-15.

Le ostilità non sono ancora finite e Martina Spicocchi tenta coraggiosamente il riaggancio (23-21), ma un muro di Squarcini e un attaccco di prima intenzione della giovanissima Badalamenti chiudono anche il secondo parziale a favore delle locali: ancora 25-21 e 2-0.

Terzo set. Moie adesso cala l’intensità del proprio gioco, demoralizzata dal punteggio e anche da qualche decisione arbitrale non troppo chiara e sempre a favore delle locali: 7-3.

Una lunghissima, appassionante, travolgente azione conclusa con un attacco di Giulia Pistocchi all’incrocio delle righe dopo una serie di sei schiacciate difese dalle avversarie e altrettanti contrattacchi, viene sottolineata dal pubblico con un lungo e scrosciante applauso che accomuna entrambe le squadre: 7-4.

Questo a dimostrazione di quanto sia difficile per Roani & c. mettere la palla a terra nel campo avversario. Adesso la partita sembra aver preso una piega ben precisa; troppo grande la differenza di potenziale d’attacco con le sassolesi che allungano ancora grazie a Tai Aguero, che spolvera qualche colpo del suo magico repertorio, ma soprattutto per via dell’intensità agonistica delle moiarole che sembra piano piano scemare: 16-9.

Moie oppone qualche buona giocata delle sue ali Chiara P.I. Falotico e Manuela Roani, ma spesso deve subire l’attento muro delle neroverdi.

Sembra l’epilogo dell’incontro, invece da questo momento in avanti la partita si rianima e si torna a giocare alla pari, punto su punto, anzi Chiara Falotico, Manuela Roani e Sofia Cerini riescono a portare Moie a – 3 ed impensierire Barbolini, memore della rimonta marchigiana in quel di San Lazzaro: 23-20.

Le ragazze di Pippi Lombardi combattono strenuamente sino alla fine rintuzzando i ripetuti tentativi emiliani, ma nulla possono sulla precisa fast di Crisanti e sul prorompente attacco in pipe di una straripante Obossa (25 punti per lei in tre set): 25-20 e 3-0.



Le emiliane esultano al centro del campo, festanti dopo la meritata vittoria su una temuta rivale e poi ricevono l’applauso dei loro tifosi che, però, accomuna anche le nostre ragazze le quali, seppur sconfitte, lasciano il campo con il sorriso, a dimostrazione di come, a volte, può essere appagante anche il riconoscimento e l’applauso dei tifosi avversari.

CANOVI COP. SASSUOLO MO: Crisanti 6, Squarcini 7, Boninsegna, Lancellotti, Obossa 25, Aguero 11, Baldoni 4, Gjoni 7, Badalamenti 1, Credi, Galletti, Maruotti, Bici (L1), Falcone(L2). All. Barbolini
ECOENERGY 04 MOIE: Cerini 8, Spicocchi 8, Roani 7, Falotico 10, Cecato 3, Pistocchi 8, Principi, Zannini (L1), Mercanti (L2), Maurizi, Stronatti, Mattetti. All. Lombardi, 2°All. Giardinieri.

Daniele Guerro

Fonte: Volley Moie

CONDIVIDI