lo straordinario Frankie Chavez sul palco del Blues Festival

Dopo il grande concerto evento con Zac Harmon con il quale si è aperta la nuova edizione del San Severino Blues Festival, arriva Frankie Chavez

191

Domani sera (martedì 18 luglio), alle ore 21,30, arriva nella piazzetta di palazzo Servanzi Confidati lo straordinario Frankie Chavez. Il concerto, biglietto d’ingresso con posto unico non numerato a 13 euro, arriva a due anni di distanza dall’esibizione live di Elcito.



Il folk blues rocker di Lisbona, spesso paragonato a Ben Harper, giunge in città per proporre il nuovo disco “Double or Nothing”, appena uscito, e questa volta sul palco si presenta in quartetto.

Con lui sul palco, infatti, ci saranno anche Paulo Borges alle tastiere, Donovan Bettencourt al basso e Joao Correia alla batteria.

Nelle canzoni di Chavez le sonorità del fado si mescolano al sound della chitarra portoghese a sei corde. E’ folk l’anima delle sue dolci ballate, ispirate dalla sua passione per il surf. Lui uno di quei rari artisti che mette tutti d’accordo: piace alla critica e incanta il pubblico.

Nel nuovo lavoro racconta storie di perdite e di nascite, di amore, di terrorismo e violazione della libertà, con sfumature sonore psichedeliche. È il disco più maturo di Frankie Chavez, sia come artista che come uomo, una sorta di prova di fuoco, dove scommette tutto su una serie di canzoni fortemente influenzate dal contesto sociale odierno.

ChavezCon “My Religion”, primo singolo estratto da “Double or Nothing” si cala nei tempi difficili che stiamo vivendo, un brano nato da una riflessione sui recenti attentati terroristici. “Ho scritto questa canzone – spiega Chavez – il giorno dopo gli attentati di Parigi nel novembre 2015 e, proprio per l’argomento che trattava, ho deciso subito di chiedere a Poli Correia (Sam Alone, carismatico leader dei Devil In Me, uno dei gruppi hardcore più importanti a livello europeo) di cantarlo con me”.

Per Frankie Chavez “Double or Nothing” è “un album di storie che riguardano perdite e nascite, sull’essere in viaggio, e sul tempo che spendiamo in imprese inutili. Parla anche di amore e di relazioni impossibili”.



La musica di Chavez è originale e solare, energica e decisa, la forza e la presa dei suoi live è nota sia in solo che un duo, questa volta potremo ascoltarla con tutta la sua band originale.

Redazione – la Scansione.net

Nella foto: Chavez in occasione della sua esibizione ad Elcito

CONDIVIDI