Al Tubaldi arriva il San Nicolò che proprio come i giallorossi sarà affamato di punti per risalire la classifica. Tour de force per il campionato di serie D che con il turno infrasettimanale del 1 novembre ha previsto a calendario ben tre gare nel giro di sette giorni. Pertanto dopo il pareggio ottenuto dalla Recanatese sul campo di Castelfidardo, domani si torna di nuovo in campo per una nuova, fondamentale, sfida.



Tra l’altro la formazione abruzzese allenata da mister Luca Campanile è reduce dall’immeritata sconfitta patita in casa contro la Vis Pesaro. Una gara che ha lasciato l’amaro in bocca al team teramano visto che forse anche il risultato di partità sarebbe andato stretto al San Nicolò.

In quanto a fame di punti, come accennato, la Recanatese non è certamente da meno. I giallorossi, dopo la vittoria con il Campobasso, anche a Castelfidardo hanno mostrato personalità, carattere ed espresso bel gioco. Rimane un pizzico di amarezza per una vittoria sfumata nei minuti di recupero, ma restano i progressi che la squadra ha fatto vedere in campo.

il sanPer risalire la china ci vuole pazienza e fiducia, la bacchetta magica non è stata ancora inventata, ma la strada intrapresa dopo l’arrivo di mister Alessandrini è quella giusta e la conquista di quattro punti in due partite contro avversari che stazionano in alta classifica ne è un chiaro segnale.

In settimana è arrivato in giallorosso il difensore Alex Nodari. Un elemento di esperienza che il mister conosce molto bene per averlo allenato ai tempi ai tempi del Fano per due intere stagioni. Giocatore di personalità che porterà senza dubbio valore aggiunto alla Recanatese.



Recanatese-San Nicolò è stata affidata alla direzione del fischietto fiorentino Emanuele Frascaro, 22 partite in serie D senza precedenti con nessuna delle due squadre. Gli assistenti sono Nadir Bertozzi di Cesena e Andrea Mastrosimone di Rimini.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI