‘A Tolentino chi governa la città sembra proprio che ignori il significato dell’impatto visivo; manca la sensibilità a preservare il bello, il paesaggio e i monumenti storici”.



Apre così il suo comunicato il Consigliere regionale Sandro Bisonni in merito alla vicenda sulla realizzazione di un’aviosuperficie di fronte al Castello della Rancia.

“Il 31 luglio scorso il Consiglio comunale – prosegue Bisonni – con i voti della maggioranza e la complicità del movimento 5 stelle ha approvato una variante al piano regolatore per la realizzazione di un’aviosuperficie in prossimità di uno dei più bei luoghi della città.

Sulla vicenda e sull’assurdità di tale realizzazione si sono espressi in molti, io stesso in tempi recenti ho consegnato un’interrogazione in Regione per conoscere la posizione della Giunta”.

impatto visivo“L’area interessata – continua Bisonni – è una area tutelata da oltre 22 anni e che non più di 6 mesi fa veniva individuata confermata come area dove il valore ambientale è particolarmente elevato e meritevole di maggior tutela… dove non è di norma consentita alcuna costruzione; ora chi governa la città, fresco fresco dalla tornata elettorale, senza un apparente giustificato motivo decide che l’area non vada più tutelata ma diventi edificabile per ben 15.600 mc.”

“Eppure gli impatti – conclude Bisonni – di tali costruzioni realizzate in prossimità di uno dei più importanti monumenti storici della città dovrebbero essere ovvi, persino banali. Per tali motivi ho presentato formali osservazioni contro la delibera del 31 luglio.



Certo la sensibilità agli impatti visivi, alla tutela delle nostre bellezze, del paesaggio e del territorio non si insegna, o la si ha o non la si ha. Per questo, sinceramente, confido più sull’intervento della Provincia, della Regione che del Sindaco”.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI