Venerdì 28 settembre si è riunita l’Assemblea dei Comuni soci del Cosmari per sancire la nomina dei nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione e quindi la designazione del nuovo Presidente.



Presenti tutti i sindaci o loro delegati ad eccezione di Apiro, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Cessapalombo, Fiastra, Fiuminata, Gagliole, Gualdo Loro Piceno, Monte Cavallo, Montecosaro, Montefano, Monte San Martino, Muccia, Penna San Giovanni, Petriolo, Pioraco, Poggio, San Vicino, Pievebovigliana, Ripe San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serravalle, Urbisaglia, Ussita, Valfornace, Visso. Presenti oltre 82% delle quote societarie.

Dopo i saluti iniziali del presidente Ciurlanti è intervenuto il sindaco di Macerata, Romano Carancini: “Siamo qui per proporre i nominativi e per fissare gli obiettivi fondanti per il prossimo mandato. Innanzitutto auspichiamo un prosecuzione legata alla grande attenzione della gestione del bilancio che dopo varie difficoltà, grazie ad una politica rigorosa quanto funzionale del CdA uscente, è stato sistemato in ogni suo aspetto.

Non meno importante il ruolo che il Cosmari ha avuto e continua a dimostrare all’interno della gestione delle macerie del terremoto. Inoltre il CdA dovrà adeguare la propria struttura aziendale alla crescita finora raggiunta, con l’obiettivo di consolidarsi ulteriormente.

Sarà inoltre fondamentale e decisivo il passaggio della figura del Direttore Generale e a tal proposito gioca un ruolo fondamentale la professionalità e la conoscenza di Giampaoli anche dopo settembre 2020. Infine va sottolineato il grande lavoro fatto in maniera congiunta da parte di tutti i sindaci, anche con quelli delle zone montane, assicurando una visione globale al Cosmari stesso”.

E, nel segno della continuità del lavoro fatto, Carancini ha proposto la conferma di Marco Graziano Ciurlanti e di Valeria Attili. Per quanto concerne il Collegio Sindacale sono stati indicati Marco Moretti e Tatiana Seghetta (Roberta Compagnucci, membro supplente).

In chiusura del suo intervento, il sindaco di Macerata ha proposto all’Assemblea un ordine del giorno per favorire il recupero di Santa Maria della Cona, piccola chiesa sita nel territorio di Castelsantangelo sul Nera.

L’intento, in considerazione del fatto che Cosmari, operando anche nelle zone montane per la rimozione delle macerie, è quello che possa sostenere la ricostruzione e il restauro di questo luogo simbolo.

Subito dopo è intervenuto Fabrizio Ciarapica, sindaco di Civitanova Marche, che ha aperto il suo intervento condividendo la proposta di Carancini riguardante il possibile restauro da parte del Cosmari della chiesa di Santa Maria della Cona, con l’impegno di proseguire negli anni successivi:

“Abbiamo lavorato con grande senso di responsabilità, per giungere a una proposta condivisa, superando le solite logiche politiche anche per poter accogliere le richieste dei comuni montani colpiti dal sisma.

Chiediamo al nuovo CdA una sempre maggiore attenzione rivolta ai comuni colpiti dal sisma attraverso l’elaborazione di un piano da proporre all’assemblea, circa le azioni da adottare, anche rispetto ad alcune particolari esigenze, magari anche investendo una parte del plus valore derivante dalla gestione delle macerie, ipotizzando anche l’applicazione di una tassa agevolata e mediante servizi specifici aggiuntivi”.

soci del cosmariAnche il sindaco Ciarapica ha chiesto una revisione dell’organizzazione interna al Cosmari, anche in virtù della gestione di sempre maggiori servizi, proponendo la conferma di Rosalia Calcagnini quale vicepresidente, di Armando Vitali rappresentante del comune di Cingoli, comune ospitante la discarica comprensoriale, e quale nuovo componente Alfredo Perugini. Per il Collegio Sindacale è stato indicato quale nuovo presidente Stefano Belardinelli, (Andrea Cervellini membro supplente).

Subito dopo sia i Sindaci che il Presidente Ciurlanti hanno ringraziato i componenti non riconfermati Paolo Gattafoni e Maria Elena Sacchi e i componenti del Collegio Sindacale Lorenzo Giuli (Presidente), Guido Frinconi, Luciana Re.

La discussione è proseguita con interventi del sindaco di Matelica Delpriori, del sindaco di Tolentino Pezzanesi, del sindaco di Cingoli Saltamartini che hanno sottolineato l’importanza di individuare il sito della prossima discarica, della gestione degli investimenti, di implementare i controlli, di favorire le buone pratiche e che hanno condiviso l’idea di finanziare un restauro, ogni anno, di un monumento simbolo del territorio dei comuni del cratere sismico.



Questi i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione, in carica per 3 anni: Marco Graziano Ciurlanti (Presidente), Rosalia Calcagnini (Vicepresidente), Valeria Attili, Alfredo Perugini, Armando Vitali; mentre il nuovo Collegio Sindacale è composto da Stefano Belardinelli (Presidente), Marco Moretti e Tatiana Seghetta (Roberta Compagnucci e Andrea Cervellini membri supplenti).

Simone Baroncia

CONDIVIDI