“Gli appalti pubblici in chiave pratica dopo il decreto correttivo 2017. Il D.LGS. 50/2016 e le novità in materia di appalti per gli enti locali” questo il tema trattato nel convegno che si è svolto oggi a Treia, organizzato da A.N.U.T.E.L. (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali), con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.



L’iniziativa, ospitata nell’Aula Multimediale del Museo Civico Archeologico, gremita per l’occasione, ha suscitato notevole interesse vista l’attualità del tema trattato. Più di cento sono stati infatti gli operatori di settore ed i funzionari comunali giunti a Treia in rappresentanza delle amministrazioni comunali non solo della provincia di Macerata ma anche di altre province delle Marche e delle regioni limitrofe.

Dopo i saluti di benvenuto da parte dell’Amministrazione comunale di Treia, hanno avuto inizio i lavori, moderati dal consigliere A.N.U.T.E.L. Giorgio Nobili, il quale ha introdotto la relazione del Dott. Giovanni Luca Leccisotti, Comandante Polizia Locale e docente A.N.U.T.E.L.

Intenso il programma dell’incontro di studio, con particolare attenzione alle ultime modifiche al c.d. Codice Appalti (D.Lgs. 50/2016), molte delle quali costituiscono innovazioni sostanziali e “di sistema” finalizzate al rilancio del settore degli appalti, alla maggiore tutela del lavoro ed alla “semplificazione” delle procedure.

La trattazione degli argomenti in chiave pratica ha interessato tutte le principali modalità e procedure per l’acquisto di beni e servizi da parte degli Enti Locali, alla luce del nuovo Codice dei contratti e delle linee guida ANAC.



Soddisfazione tra i partecipanti per gli utili strumenti conoscitivi forniti, indispensabili per il corretto e celere espletamento delle procedure di gara e di appalto. Particolare attenzione è stata infine posta ai quesiti inoltrati dai partecipanti dei Comuni del cratere sismico per i quali è massima l’esigenza di coniugare celerità e certezza nella correttezza delle procedure.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI