Dopo la conferenza stampa di Alessandro Massi anche l’ex assessore Pupo ha spiegato l’estromissione dalla giunta da parte del sindaco Pezzanesi: ‘Mi dispiace Alessia, ma devo puntellare il Consiglio comunale’.



Insieme a Riccardo Sacchi, commissario provinciale, ed a Corrado Perugini, vice commissario provinciale, ha spiegato la sua estromissione: “Un evento di questa portata merita una spiegazione.

E’ imbarazzante, commenta l’ex assessore Pupo. Senza dubbio uno dei punti più bassi mai toccati dalla politica tolentinate… Il giorno precedente alla comunicazione del sindaco ero nel suo ufficio per confrontarci su una competizione ciclistica prevista per il mese di agosto.

Avrebbe potuto riferirmi la sua decisione in quel momento. Invece no. Ha preferito farmi chiamare da una dipendente comunale. Un atteggiamento inaccettabile, a livello personale e istituzionale. Mi sarei aspettata un confronto duro, serrato, e non un silenzio assenso. Era tutto già pronto da tempo, questa è la verità”.

assessore PupoEd ha rivelato di una riunione dello scorso agosto: “Dopo lo spostamento da Forza Italia al gruppo misto di Carmelo Ceselli e Luca Scorcella il sindaco ha convocato un incontro al quale né io né i due consiglieri siamo stati invitati. Qui, ha fatto firmare ai membri della maggioranza un documento in cui rinnovava la fiducia al team, invitando tutti a volare più in alto dei capricci di qualche consiglieri”.

Quindi ha concluso con alcune domande: “Ad oggi Forza Italia, da un assessore e due consiglieri, si ritrova con un nulla di fatto. Pezzanesi premia l’incoerenza e dimentica il contribuito determinante del nostro partito alla sua elezione.

Ora che il 24% dei consensi degli elettori è scomparso a chi gioverà questa manovra? Quali sono le reali intenzioni di questa giunta pezzanesiana? Il tempo sarà galantuomo e sono sicura ci fornirà tutte le risposte”.



Su questo versante è stato critico anche il coordinatore provinciale Sacchi, che ha definito la decisione del sindaco Pezzanesi “un atto miope, che affossa la coalizione del centrodestra di Tolentino. Si uccide nella culla il vagito di un fronte coeso che, dopo tanti anni, ha finalmente superato il centrosinistra”.

Simone Baroncia

CONDIVIDI