Sabato 16 febbraio al Castello della Rancia di Tolentino ‘Betta Blues Society’ è il quartetto protagonista del secondo evento Club (cena+concerto) di San Severino Blues, con una serata che si annuncia di grande successo, viste le tantissime prenotazioni già fatte da tempo.



E’ stata la band italiana che per prima ha partecipato negli USA, nel gennaio 2018, alla finale dell’International Blues Challenge, il più importante concorso mondiale per nuovi talenti, organizzato dalla Blues Foundation di Memphis.

Il quartetto toscano si distingue per un accattivante mix di blues delle origini e di brani originali, scritti in proprio, suonati con strumenti acustici tipici del genere, dobro, ukulele, contrabbasso, percussioni e guidati dalla splendida voce della grintosa front-woman Elisabetta Maulo.

La cantante marchigiana, originaria di Montegranaro, aveva già conquistato il pubblico del festival con la sua performance insieme al chitarrista Roberto Luti durante l’estate 2017 a Gagliole.

Betta Blues SocietyIl live dei Betta Blues Society è un concerto coinvolgente e di grande vitalità, una miscela divertente, non referenziale ma moderna di blues, gospel e folk, basata sul feeling tra musicisti e armonie vocali, nel solco degli arrangiamenti delle grandi donne del blues come Sister Rosetta Tharpe e Bessie Smith.

Il gruppo musicale nasce a Pisa nel 2009 dall’incontro tra la cantante Elisabetta Maulo e il chitarrista Lorenzo Marianelli. Il gruppo prende successivamente la sua forma definitiva con l’ingresso di Fabrizio Balest al contrabbasso e di Pietro Borsò alle percussioni.  Nel 2011 il gruppo pubblica il primo album ‘Betta Blues Society’.

Il secondo album intitolato ‘Roots’ è uscito a giugno 2015 per l’etichetta ‘Il popolo del blues’. Il disco contiene 11 brani tratti dalla tradizione del blues, del folk e del gospel americani dei primi anni del ‘900.



Il terzo album di inediti ‘Let Them Out’ è uscito lo scorso dicembre per ‘Il popolo del blues’: contiene 10 brani originali e segna il ritorno della band alla scrittura. Nel disco hanno suonato ospiti come Tommaso Novi (Gatti Mezzi), Bob Luti (Playin’ For Change), Nicola Floris, Mauro La Mancusa, Massimo Gemini, Tony Cattano e Felice Pantone.

Simone Baroncia

CONDIVIDI