Proseguono gli appuntamenti teatrali al Teatro Vaccaj di Tolentino, mercoledì 19 dicembre, alle 21.15, è la volta de ‘Il fu Mattia Pascal’ con Daniele Pecci, che ne ha curato anche l’adattamento teatrale, dandone una nuova lettura, conservando però, l’ironia e dubbi esistenziali dell’autore.



Lo spettacolo, ha debuttato a luglio, con un grande successo di pubblico, al 52° Festival di Borgio Verezzi. La storia è nota: il protagonista Mattia Pascal, dato per morto, si illude di costruirsi una nuova esistenza lasciando il passato alle spalle, ma dovrà ben presto fare i conti con l’amara realtà.

Tutto ruota intorno a tre personaggi: Mattia Pascal, Adriano Meis, il redivivo Mattia Pascal, alla morte dell’identità delle maschere nude e alla rinascita attraverso qualcosa di nuovo: l’umorismo.

mattia pascalIl testo pirandelliano è il gioco delle apparenze, dell’essere e non essere, perché quando Mattia viene decretato morto e riconosciuto tale, inventa Adriano Meis, ma alla fine si rende conto di vivere in una gabbia, perché se non hai un codice di riferimento, un documento, alla fine puoi crearti tutte le identità che vuoi, ma in realtà non esisti.

E’ una dura consapevolezza quella che alla fine abbraccia Mattia e lo porta a tornare a casa, ma anche li prenderà l’ennesima porta in faccia, perché nel frattempo la vita è andata avanti anche senza di lui.



Alle ore 19.00, il cast dello spettacolo incontrerà il pubblico in Teatro (ingresso libero, apertura teatro dalle 18.45); l’incontro rientra in una serie di appuntamenti con gli artisti che daranno vita alla stagione 2018/2019 del Teatro Vaccaj per conoscere attraverso la voce degli attori i testi teatrali e le loro interpretazioni e scoprire curiosità sugli spettacoli.

Sono disponibili ancora pochissimi biglietti, in vendita al botteghino da lunedì 17 dicembre, dalle 18 alle 20.

Redazione – la Scansione.net

CONDIVIDI