Fermana Civitanovese 2-0, il derby perfetto

439

Di Chicca Sciarresi – Stadio Bruno Recchioni di Fermo, 22-01-2017, ore 14.30, Fermana Civitanovese 2-0, un’altra vittoria che ha il sapore del ‘derby perfetto’ e senza mancare di rispetto agli ospiti, i Gialloblù con la raffinata disinvoltura che da tempo li contraddistingue, hanno saputo sfruttare i vari errori degli avversari vanificando tutti i tentativi di rimonta ma soprattutto hanno creato tante occasioni interessanti, un buon gioco, lo stesso che li ha portati al vertice e che ha richiamato tanti spettatori in più allo stadio oggi, 1179 per l’esattezza e 79 ospiti.

Cari lettori de la Scansione.net, ha dell’incredibile il poderoso percorso che sta facendo la Fermana, tanto da incuriosire molta gente, anche coloro che normalmente non seguono il calcio, questa squadra sta conquistando un nuovo pubblico che è sempre più numeroso, mentre i tifosi della Curva Duomo sono da sempre contagiati dalla ‘febbre canarina’ e negli ultimi mesi hanno letteralmente perso la testa per la ‘Signora in gialloblù’ che a quanto pare, sa bene come farsi amare, le resta facile, le basta gonfiare come mongolfiere le reti degli avversari! Cari lettori, l’ho sempre scritto pensato auspicato anche in tempi non sospetti e molto controversi che presto la Fermana sarebbe arrivata dove merita, al posto cioè che le spetta che le appartiene, il primo.


Fermana Civitanovese

Una Società la Fermana composta da veri ‘Signori’ e non si è smentita neanche oggi che ha dedicato questa vittoria a tutte le vittime della neve e del sisma, a tutti coloro che stanno soffrendo per i propri cari che non sono più; cuori meravigliosi i gialloblù, generosi sensibili e molto attenti alle molte problematiche che affliggono tanta troppa gente, a cui un pensiero solidale e sincero non fa mancare mai, anzi sono state le prime parole pronunciate in conferenza stampa dal DG Fabio Massimo Conti:” Vogliamo dedicare la vittoria a tutte le vittime che ci sono state in questa settimana, per le varie tragedie che sono avvenute in seguito alle straordinarie nevicate che ci sono state nel centro Italia e in seguito al terremoto; ci sentiamo come Società e come squadra di essere vicini a tutte le vittime a tutti i familiari e parenti delle persone in difficoltà che stanno da giorni senza acqua e senza luce e che sono isolati dentro le case.

Tornando al calcio, che la Fermana faccia sul serio non avevo dubbi, lo sappiamo sin dall’inizio della stagione che avremmo cercato di fare del nostro meglio. Del resto in una conferenza stampa di inizio stagione, il presidente Simoni, il vice presidente Corradi insieme a tutta Società, il patron Vecchiola e tutti quanti, ci avevano chiesto possibilmente di migliorare il piazzamento ottenuto la scorsa stagione.

Sapevamo che non sarebbe stato facile e non sarà facile perché ancora non abbiamo fatto niente, mancano tantissime partite però penso che siamo sulla strada buona. Penso che il campionato sia tutto da giocare, soprattutto tutte queste partite che ci sono da recuperare e col fatto che il campionato non è più a squadre pari ma dispari, sarà un susseguirsi di cambi all’interno della graduatoria.

Non sarà semplice mantenere la concentrazione alta ma dovremo essere noi anche come Società come dirigenza bravi a stare ‘sul pezzo’ e a far stare ‘sul pezzo’ i ragazzi tutti uniti e compatti come lo siamo stati fino ad oggi.” Mister Flavio Destro:” Ci gustiamo questa vittoria oggi ma da domani mattina cominciamo a preparare la partita di mercoledì prossimo con il S. Nicolò.

I primi trenta minuti abbiamo approcciato bene, la paura era quella di sottovalutare l’incontro , fortunatamente i ragazzi sono stati bravi e l’hanno interpretata nella maniera giusta, abbiamo fatto gol poi ne abbiamo fatto un altro; poi è chiaro che nel secondo tempo abbiamo cercato un po’ di gestire, visto l’impegno ravvicinato e avevamo dei diffidati che siamo riusciti a salvarli con i cambi.

Noi non guardiamo la classifica,dovevamo far bene questa partita difficile e molto sentita, penso che abbiamo fatto una buona gara. Mercoledì sarà una partita difficile, loro saranno più freschi ma vedremo di recuperare l’energia giusta. Siamo stati bravi a sfruttare le situazioni, credo che in una partita sia importante anche riuscire a finalizzare al momento giusto, oggi lo abbiamo fatto e va bene così.

Da parte dei ragazzi c’era la gestione cercando di preservare più energie possibili, credo che l’abbiano fatto abbastanza bene.” Il capitano Marco Comotto:” Oggi una gara importante, un derby sentito, forse non era facile come si diceva, abbiamo trovato una squadra che ha lottato su ogni pallone, giovane ma che ha corso veramente tanto; magari non ha creato gran che e noi siamo stati bravi a mantenere sempre alta la concentrazione, altrimenti potevamo anche rischiare.

Abbiamo fatto una buona partita e penso a tutta la fase difensiva, il primo tempo penso che abbiamo creato molto, il secondo tempo forse è stato di gestione. Abbiamo fatto la gara come l’avevamo preparata, perché quando giochi contro una squadra giovane, la cosa importante è non farli prendere fiducia, non dargli entusiasmo.

Siamo partiti molto forte, abbiamo messo il risultato dalla nostra e poi forse grazie anche a un po’ di esperienza in più, siamo riusciti a mantenere la partita dalla nostra parte e siamo riusciti a concedere veramente poco.

La prossima gara va affrontata nel modo giusto, noi giochiamo dopo tre giorni, loro è da tanto che non giocano, vedremo cosa verrà fuori. Siamo contenti che ci siano stati 1179 spettatori, per noi giocatori è bello, è un sogno riuscire a riempire lo stadio e giocare davanti a tante persone.

La città sta rispondendo e questo a noi ci fa veramente tanto piacere; oggi ci hanno spinto fino alla fine ma come sempre li ringraziamo e speriamo di riuscire a portarne sempre di più di gente allo stadio. Noi riusciamo a dare di più se i tifosi stanno dalla nostra parte e siamo contenti naturalmente di dare delle soddisfazione a loro. Siamo veramente un grande gruppo e il gruppo fa la differenza.”

Primo tempo
Al 2’ a terra Clemante, punizione per la Fermana batte Valentini. Al 5’, punizione per la Fermana, batte Margarita, crossa per Molinari in area, colpisce di testa ma tiro debole sopra la traversa. Al 6’, gol di Petrucci1-0 su passaggio di Margarita. All’8, angolo per gli ospiti. All’ 11’, punizione per i Canarini. Al 12’, angolo per la Fermana. Al 17’ a terra Molinari, punizione per la Fermana batte Petrucci in parabola dalla ¾ ma l’appoggia dritta nelle mani di Ferrieri. Al 19’, un traversone di Petrucci sfiora la traversa. Al 21’, Molinari prova una girata dal limite ,ma è assente l’efficacia. Al 26’, Molinari tira in porta, respinto, Mane intercetta tira e respinto, si è sfiorato il raddoppio. Al 30’, Petrucci prova con un tunnel che beffa il difensore, ma non riesce poi a beffare anche Ferrieri. Al 31’, punizione per la Fermana, batte Margarita che crossa a Molinari che in volata colpisce la sfera e fuori, applausi, azione interessante. Al 33’, segna Molinari, un dribbling , un rasoterra e si gonfia la rete avversaria come si gonfiano le mongolfiere 2-0. Al 35’, fallo subito da Mane, punizione per la Fermana, che sviluppata il niente. Al 39’, un azione clamorosa, Margarita sulla fascia raggiunge l’area e crossa a Petrucci che non aggancia bene, peccato, sarebbe stato un gol da manuale, il terzo. Al 43’, punizione per gli ospiti, batte Cichella ma prima fa la finta Marengo, poi finge di battere Vallorani e il ‘tutto teatro’ li porta al niente più assoluto.
Secondo tempo
Al 3’, Petrucci in area tira, respinto, ritira, respinto e tirta ancora per il niente, pazienza! Al 6’, Valentini si tuffa e blocca l’eventuale gol che avrebbe accorciato le distanze. Al 10’, angolo per gli ospiti, pronta la barriera che respinge la sfera e Mancinelli completa il tutto scaraventando la palla in viale Trento. Al 11’, Entra Marti esce Mane. Al 13’, punizione per la Fermana. Al 15’ ancora Molinari si gira tira e manda fuori ma ottiene angolo. Al 17’, esce Petrucci e entra Valdes. Al 18’, fuori gioco per la Civitanovese. Al 19’, Molinari con un rasoterra in diagonale sfiora il gol. Al 25’, Forò tira e colpisce la traversa. Al 25’, entra Cremona esce Molinari. Al 27’, angolo per la Fermana. Al 29’, entra Sindaco esce Marengo. Al 31’ ci provano Maresca e Battisti, bel nome Battisti! Al 40’, Speranza prova la conclusione. Al 45’, Cesca prova a piazzare una palla e Valentini dice no, ed è no anche per Cremona che tenta l’ultima insidia.

Fermana ( 4-3-3 ): Valentini, Clemente, Ispas, Forò, Comotto, Bossa, Petrucci ( 17’ st Valdes), Mane( 11’ st Marti), Molinari( 26’ st Cremona), Margarita, Urbinati. A disposizione: Torresi, Maghzaoui, Ghiani, Ferrante, Gadda, D’Angelo. Allenatore: Flavio Destro.
Civitanovese ( 4-1-4-1): Ferrieri, Calvarese, Vallorani, Cichella, Marengo ( 30’ st Sindaco), Tortelli, Mancinelli, Speranza 845’ st De Marchi), Battisti, Rapagnani ( 34’ st Cesca), Maresca. A disposizione: Busatto, Di Natale, Pacini, Marziali, Lelli, Olivieri. Allenatore: Roberto Cevoli.
Arbitro: sig. Marco Acanfora di Castellammare di Stabbia. Assistenti: sigg. Stefano Montagnani di Salerno e Rosario Caso di Nocera Inferiore.
Tabellino: Marcatori: Petrucci al 6’ pt, Molinari al 33’ st. Ammoniti: Clemente al 16’ st, Cichella al 41’ st. Angoli: 3-2. Recupero: 1’+ 3’. Spettatori: 1179, + 79 ospiti.

Chicca Sciarresi

CONDIVIDI