Ecoenergy04 regala letteralmente due punti ad una L. Wind Trevi estremamente caparbia, ma anche altrettanto fortunata. Una partita in cui le moiarole hanno dominato i due set centrali, pagando però la poca lucidità messa in evidenza nei momenti decisivi del primo e soprattutto del quarto set.



Al contrario le umbre sono apparse assai ciniche a sfruttare tutte le situazioni favorevoli, proprio quando la loro situazione sembrava disperata e prossima al tracollo. Si parte con Moie subito avanti (8-5) che però, nella parte centrale del set, subisce un parziale di 1-10 a favore delle ospiti che impongono la loro superiorità al servizio e a rete: 9-15.

Pippi Lombardi sostituisce Giulia Pistocchi con Nicoletta Luciani e le biancorosse ritornano a giocare alla pari delle avversarie, anzi cominciano a recuperare anche qualche punto: 16-20.

Catena offre due palle set alle sue (22-24) annullate prontamente da capitan Roani: 24-24. Moie gioca malamente gli ultimi due punti che sono, quindi, a favore delle ospiti, ed è giusto così: 24-26 e 0-1.

Dopo aver ricevuto una iniezione di fiducia nel finale del primo set, le biancorosse si battono con estremo coraggio e la partita diventa bellissima ed estremamente incerta con continui ribaltamenti di fronte.

Le due squadre se le danno di santa ragione cercando di imporre, ognuna, la propria superiorità: 5-3, 9-9 e 13-15. Raggiunto il pareggio sul 15-15, l’Ecoenergy04 prende decisamente in mano le redini del gioco sul servizio di Chiara P.I. Falotico (21-16) e conduce con autorità il set fino al suo epilogo targato Sofia Cerini: 25-19 e 1-1.

Grande battaglia in campo anche ad inizio del terzo parziale, con Moie sempre avanti a provare la fuga e Trevi sempre in grado di recuperare ed accorciare: 5-3, 9-7, 14-11 e 18-17.

La forza delle biancorosse è quella di saper ripartire ogni volta e spinte dal tifo dei supporter locali producono lo sforzo decisivo che annienta la resistenza avversaria dominando il finale di set: parziale di 7-0, 25-17 e 2-1.

La quarta frazione è tutta da raccontare, con Tardioli che rivoluziona la sua formazione cambiando palleggiatrice e centrale.

Ormai le biancorosse sono capaci di imporre per lunghi tratti il loro gioco, divertendo il pubblico con una spettacolare pallavolo: 9-5. L Wind Trevi però ha nel proprio arco moltissime frecce ed è in grado di recuperare: 9-9.

Quando Moie sembra aver preso decisamente il comando delle operazioni e le umbre veder calare sempre di più le proprie resistenze (14-11), un errore di rotazione delle moiarole (con dieci minuti di sosta per ristabilire la giusta formazione) riporta il punteggio sul 13-12, ma soprattutto ridà nuova linfa e fiducia alle ospiti che non aspettavano altro.

wind treviIl tempo per Manuela Roani & c. di riordinare le idee e le trevane sono di nuovo attaccate: 17-17. Le umbre lottano come un leone ferito, ma una superba Manuela Roani rilancia splendidamente le sue: 21-17.

Trevi lotta con estrema caparbietà e si riporta sotto di nuovo sul servizio di Capezzali: 21/20. Ancora Manuela Roani e Chiara P.I. Falotico per l’orgoglioso 23-21 locale, ma il diavolo deve mettere ancora il suo zampino e Sara Zannini si procura una distorsione alla caviglia. Stringendo i denti rientra in campo giocando come può per poi essere sostituita da Marzia Mercanti.

Le biancorosse, nonostante tutte le attenuanti, giocano gli ultimi punti di questo set come peggio non potrebbero. È vero, le ospiti hanno la sorte tutta dalla loro parte. anche con delle giocate alquanto fortunate, ma è altrettanto vero che le ragazze di Moie mostrano il classico “braccino” non riuscendo a gestire i palloni fondamentali e ad organizzare una combinazione d’attacco degna di questo nome.

Il parziale, incredibile per quanti abbiano assistito alla partita, è uno 0-4 che inchioda l’Ecoenergy04 a quota 23 e porta al tie-break le umbre: 23-25 e 2-2.

Tie-break che sembra scontato, vista la situazione psicologica delle due squadre. E in effetti Trevi prende subito il comando delle operazioni (4-7), con Capezzali che trova il ritmo e i tempi che gli erano mancati per tutta la partita.

Al cambio di campo Moie recupera qualcosa (6-8), per poi avvicinarsi ancora sempre con Manuela Roani (gran partita la sua): 7-8. Adesso il gioco è tutto in mano delle ospiti che allungano di nuovo: 7-11.

Le biancorosse lottano ancora, contro le avversarie, contro se stesse e contro la sfortuna. Con Chiara P.I. Falotico e Sofia Cerini arrivano ancora a -1 (11-12), prima che Catena spinga a terra il pallone della vittoria trevana: 12-15 e 2-3.



MOIE: Falotico 16, Roani 26, Cecato 5, Cerini 14, Spicocchi 13, Luciani 11, Pistocchi, Zannini (L1), Principi, Maurizi, Stronatti, Mattetti, Mercanti (L2). All. Francesco Lombardi e Paolo Giardinieri.
TREVI: Catena 26, Ubertini 8, Cruciani 13, Capezzali 16, Muzi 1, Gemma 1, Tiberi 7, Monaci 1, Rumori (L1), Bozzi, Vujevic, Leorsini, Sabbatini Mi. (L2). All. Francesco Tardioli ed Albino Bosi.

Moie: b.v. 13, b.s. 10, muri 7, err. 13, att. 38%, ric. 58%
Trevi: b.v 6, b.s. 6, muri 8, err. 16, att. 35%, ric. 53%.

Fonte: volley Moie

Daniele Guerro

CONDIVIDI